DOMANDE FREQUENTI

  • Comune Smart è certificata AgID?

    Si. Comune Smart è una delle pochissime APP ad avere la qualifica AgID e ad essere pubblicata nel Cloud Marketplace nel rispetto della Determinazione AgID Nr. 408/2018

  • I cittadini scaricano l'APP?

    Durante l'emergenza Coronavirus, i comuni che hanno usato Comune Smart come canale informativo istituzionale hanno potuto raggiungere immediatamente e istantaneamente fino a 7 famiglie su 10, la loro comunicazione è stata diretta, capillare ed efficace ["Mai avrei immaginato che l'APP di Codogno sarebbe diventata così essenziale" Sindaco di Codogno]

  • Perché acquistare un'APP comunale?

    Quasi tutti navigano su Internet usando il telefonino. L’APP comunale ComuneSmart è uno strumento informativo innovativo, che si affianca ed integra il sito web istituzionale sfruttando le nuove tecnologie per migliorare la comunicazione con i cittadini, informandoli in tempo reale e facendo trovare più velocemente le informazioni utili.

  • Perché ComuneSmart è innovativa?

    ComuneSmart è una piattaforma di comunicazione con enormi potenzialità, che consente di diffondere contenuti d’interesse mediante l’APP con le notifiche push, i social network, i sistemi di messaggistica istantanea (Telegram) e gli SMS, semplificando e agevolando l’interazione con i cittadini. Ciò contribuisce a migliorare l’immagine del Comune, il suo rapporto con i cittadini e contrasta le fake news e le comunicazioni non istituzionali.

  • È possibile utilizzare ComuneSmart per realtà diverse dai Comuni?

    Si, ComuneSmart è personalizzabile. L’app può essere utilizzata da qualsiasi ente/amministrazione locale configurandola “su misura” attivando le sezioni ritenute necessarie ed eliminando quelle ritenute superflue o non necessarie. Alcuni esempi di realtà ove l’APP viene o può essere utilizzata:
    - Unione di comuni
    - Società municipalizzate
    - Società che erogano servizi a favore dei Comuni
    - Scuole di ogni ordine e grado
    - Biblioteche*
    L’elenco è da ritenersi indicativo e non esaustivo rispetto alle differenti realtà per le quali l’APP può essere personalizzata nelle modalità sopra indicate.
    *Per le Biblioteche è possibile utilizzare un software dedicato già ampiamente utilizzato che si integra con altri applicativi tipicamente utilizzati dalle biblioteche quali OPAC Sebina.

  • È previsto un supporto promozionale dell’APP a livello territoriale?

    Sì, è previsto il seguente materiale e/o servizi promozionali inclusi nel costo di attivazione dell’APP:
    - Nr. 5 poster stampati formato 44x64cm
    - Nr. 20 locandine stampate in formato A3
    - Nr. 250 locandine stampate in formato A4
    - Banner e pulsanti da inserire nel sito web e sui social network istituzionali
    - Predisposizione di un fac simile di comunicato stampa
    - Servizio aggiuntivo di comunicazione dedicata ad attività commerciali ed aziende di zona*
    L’attivazione viene inoltre pubblicizzata nel sito Comune Smart e nei nostri social.
    *previsto a richiesta quando l’APP prevede i servizi aggiuntivi rivolti a commercianti ed aziende della zona.

  • Come si inseriscono/aggiornano i contenuti visualizzabili nell’App?

    Comune Smart si gestisce da un pannello di controllo web estremamente semplice ed intuitivo. Non è necessario installare software. L’aggiornamento delle varie sezioni può essere affidato a diversi uffici grazie all’uso di credenziali d’accesso personalizzate. Spesso il personale degli uffici è costretto a dedicare del tempo a dare indicazioni a cittadini poco informati, la praticità e semplicità dell’APP aiuta a ridurre queste onerose attività.

  • Che assistenza ricevo da Internavigare?

    È sempre possibile far riferimento a una guida d’uso e, negli orari d’ufficio, al nostro supporto via mail e telefonico. Sarete sempre seguiti dal nostro personale specializzato. Infine, in casi d’urgenza, anche dopo la prima attivazione, il personale di supporto sarà disponibile ad aiutarvi a inserire dei contenuti in nome e per conto del Comune.

  • Quali sono le sezioni dell’APP personalizzabili?

    L’App è stata progettata in modo modulare, flessibile, scalabile e nativamente personalizzabile. La personalizzazione parte dal logo e si estende alle singole sezioni attivabili. È inoltre possibile, su richiesta del cliente, una personalizzazione più significativa preceduta da uno studio di fattibilità.

  • È prevista un’interazione con le informazioni della Protezione civile?

    Si, l’APP interagisce con i contenuti diffusi dalla protezione civile e, se attivata la relativa funzione, inviando gli allert a mezzo di notifiche push. È inoltre possibile inserire altre informazioni ritenute di pubblica utilità sotto l’aspetto della protezione civile come per esempio i piani di protezione civile.

  • La funzione “Segnala al Comune” prevede una geolocalizzazione del cittadino che inoltra la segnalazione?

    Sì, in modo che la segnalazione sia effettivamente correlata alla posizione del cittadino in quel momento.

  • Quali misure tecniche sono state implementate per la protezione dei dati personali dei cittadini che per esempio inoltrano segnalazioni ai Comuni?

    L’app è stata sviluppata secondo rigidi paradigmi derivati dall’integrale applicazione del Reg. UE nr.2016/679 e della normativa italiana di cui l D. lgs. n. 196/03 così come modificato e integrato dal D. Lgs. nr. 101/2018. Tutta la struttura tiene conto delle indicazioni di queste normative. A differenza di altre app simili, come stabilito dalle nome, il consenso alle notifiche push è disattivato di default ed è implementato in maniera “granulare” in modo che ogni cittadino possa scegliere le sole notifiche che desidera senza essere disturbato da notifiche relative ad informazioni che non gli interessano (privacy by default e privacy by design). I dati relativi alla geolocalizzazione e agli IP di connessione sono memorizzati in risorse in cloud affidabili. Tutto il sistema e certificato da AGID.

  • L’APP viene aggiornata? Si possono proporre nuove funzionalità?

    L’APP viene costantemente aggiornata da un team dedicato. Ogni suggerimento dei comuni viene attentamente analizzato e se corrispondente alle esigenze di altri Comuni implementato gratuitamente. Gli aggiornamenti e le nuove implementazioni standard vengono rilasciati automaticamente e gratuitamente.
    Resta impregiudicata la possibilità di chiedere delle modifiche ad hoc d’interesse per la singola realtà comunale. In questo caso le modifiche potranno essere effettuate previo studio di fattibilità e preventivazione dei relativi costi.

  • È possibile ricevere le notifiche/informazioni da più Comuni?

    L’App ComuneSmart è stata sviluppata secondo principi fortemente identitari rispetto alla comunità appartenente a un determinato Comune, per cui è l’amministrazione comunale che decide i contenuti da pubblicare. Per la sezione EVENTI il comune potrà scegliere se mostrare anche gli eventi di comuni vicini. Se un utente fosse interessato alle notizie e informazioni di altri comuni potrà installarsi le relative APP.

  • Come avviene l’inserimento del calendario della raccolta differenziata?

    Come per le altre sezioni, anche l’inserimento del calendario della raccolta differenziata avviene in autonomia in modo semplice ed intuitivo tramite l’apposita sezione del pannello di controllo. In qualsiasi momento questi dati possono essere modificati o aggiornati.
    In fase di attivazione il primo inserimento del calendario rifiuti nonché degli altri contenuti è effettuato dai nostri specialisti. Tale servizio è incluso nei costi di attivazione e non prevede costi aggiuntivi.

  • Quanti utenti possono contemporaneamente accedere al pannello di gestione di ComuneSmart?

    Non ci sono limiti. L’accesso può avvenire da qualsiasi device in qualsiasi momento ad opera di tutti coloro che sono stati autorizzati. Per motivi di sicurezza e per il costante monitoraggio del sistema nel pannello di gestione vengono visualizzati gli ultimi IP di accesso. È inoltre possibile richiedere un’autenticazione a due fattori (2FA).

  • Quali dati statistici è possibile consultare?

    Gli store Apple Play e Google Store indicano il numero di utenti che hanno effettuato il download dell’App mentre nel pannello di gestione sarà possibile avere statistiche più dettagliate circa il numero di device sui quali è in uso l’app.

  • Con quali dispositivi è utilizzabile l’app ComuneSmart?

    Su tutti i dispositivi mobili (cellulari, tablet, altre device portatili) con sistema operativo Apple o Android. Indipendentemente dal loro tipo (smartphone, tablet) e dalla versione del loro sistema operativo saranno in grado di poter utilizzare l’app. Lo sviluppo è stato effettuato con linguaggi che garantiscono la massima compatibilità possibile in modo da sfruttare qualsiasi device portatile, dotata di uno schermo, che si può collegare alla rete.

  • Alle news possono essere allegati documenti, immagini o cartine del territorio?

  • È possibile che le informazioni, documenti, immagini che ricevono gli utenti che usano l’app occupino troppa memoria sui rispettivi device?

    No, perché i documenti risiedono sul web anche se dal lato utente sembrano memorizzati appaiono come se fossero memorizzati nel device in uso. In realtà nessun contenuto viene memorizzato nella memoria del telefono che in questo modo non viene occupata o appesantita inutilmente.

  • Si possono inviare notifiche push differenziate per tipologia di informazione?

    Assolutamente Si. Tale differenziazione è prevista anche dalla normativa sulla protezione dei dati che prevede il consenso granulare e non abilitato di default per ricevere informazioni relative a materie differenti tra loro. L’utente deve poter scegliere nel dettaglio il tipo di informazioni che vuole ricevere.
    A tal fine sono previste notifiche push che possono essere disabilitate e abilitate in qualsiasi momento divise per materia e per sottocategorie. Per esempio per i rifiuti è prevista l’abilitazione delle notifiche push per ogni singola categoria di rifiuti.

  • È possibile inviare notifiche push di emergenza che arrivano all’utente finale anche senza abilitazione delle notifiche e senza consenso?

    Si esiste una funzione di notifiche “urgenti” che possono essere inviate dal Comune solo in casi estremi (salvaguardia salute pubblica come epidemia da COVID 19, frane, allagamenti, pericolo imminente, mancata potabilità dell’acqua etc). In questi casi e solo in questi casi vengono bypassati tutti i permessi e l’utente riceve l’informazione. A livello di normativa, la base giuridica di questo particolare tipo di informazione che rappresenta l’estrema ratio, è l’art. 6 comma 1 lett. f) del Reg. UE 2016/679 (GDPR).

  • Chi può ricevere le notifiche push?

    Tutti coloro che abilitano la specifica funzione prestandone il relativo consenso, con qualsiasi tipo di cellulare, direttamente ed immediatamente.

  • I contenuti e le notifiche push possono essere differiti rispetto all’inserimento?

    Sì, per ogni contenuto si può scegliere se inviare o meno la notifica ed eventualmente la data/ora in cui la notifica deve essere inviata e il contenuto deve essere pubblicato.

  • Quali sono gli strumenti di interazione con i cittadini?

    I cittadini oltre a ricevere comunicazioni e notifiche possono partecipare a sondaggi ed inviare segnalazioni .

  • Come vengono gestite le segnalazioni?

    È possibile visualizzare le segnalazioni dei cittadini nel pannello gestionale e impostare policy per instradarle automaticamente, a seconda del tipo, all’ufficio preposto via email. Il tutto è configurabile a seconda delle esigenze e dell’organizzazione del Comune.

  • È possibile far visualizzare automaticamente nell’app le informazioni inserite nel sito web del Comune in modo da non fare doppio inserimento?

    Certamente. La sezione Comunicazioni dell’app replica le comunicazioni inserite nel sito in modo automatico senza alcun intervento da parte dell’operatore.

  • Le news inserite nell’App devono essere inserite anche nel sito per essere visualizzate sul web?

    Se il portale web è stato fornito da noi non è necessario. Se invece è stato fornito da terze parti occorre la loro collaborazione. Le news possono essere automaticamente inserite nei social network, in Telegram e mediante SMS (sistema ormai obsoleto). Si tratta di un vero e proprio sistema di comunicazione integrato, una piattaforma di comunicazione multicanale con notevole risparmio di tempo.

  • È possibile inviare messaggi con Telegram e Whatsapp ?

    Se un cittadino preferisce ricevere le notifiche sul canale Telegram può farlo inserendo il suo numero di telefono. Telegram nella sua versione business consente di creare un canale del Comune con un numero indeterminato di utenti. Per motivi di privacy il loro numero di telefono non è visibile agli altri iscritti al canale.
    Viceversa con WhatsApp ci sono forti limiti sia per il massimo numero di utenti che anche nella versione business rimane limitato a 256 utenti massimi (anche per messaggi inviati in modalità broadcast) sia per motivi di privacy. Infatti WhatsApp non consente di nascondere i numeri di telefono per cui ogni appartenete alla chat può vedere il numero degli altri iscritti. Ciò si pone in netto contrasto con la normativa sulla protezione dei dati personali. In altri termini l’uso di WhatsApp risulta, per le motivazioni esposte, non compatibile per un uso istituzionale. Invitiamo a diffidare dall’uso di servizi non professionali che prevedono l’uso di WhatsApp in violazione delle disposizioni di legge in materia di privacy. Per ulteriori dettagli possiamo fornire la relativa documentazione circa i limiti di WhatsApp.

  • Come funziona l’invio di messaggi SMS?

    È possibile inviare messaggi sms a un numero indeterminato di utenti i cui numeri sono stati preventivamente caricati nel sistema. Tipicamente tale invio è residuale, si rivolge a quei pochi casi di utenti che sono sprovvisti di uno smartphone o che appartengono a gruppi verso i quali si vogliono mandare specifici messaggi dedicati solo a loro.

  • Sono previste delle funzioni dedicate al turismo?

    Sì, è prevista l’apposita sezione “Turismo” e “Territorio” dove si possono inserire informazioni a carattere turistico. Inoltre anche la funzione informativa circa gli eventi e le manifestazioni locali assume particolare importanza per i cittadini e per i turisti. Infine, l’app dispone dell’opzione multilingua che traduce i testi funzione nelle principali lingue.

  • Chi effettua l’inserimento dei dati nell’App?

    Il primo inserimento viene effettuato dal nostro personale. Gli inserimenti successivi saranno invece effettuati dal personale del Comune incaricato che potrà sempre contare su una apposita guida e sul supporto continuo dei nostri specialisti. Tuttavia l’inserimento è intuitivo e chiunque abbia delle minime competenze in videoscrittura può inserire i contenuti.

  • Quali sono i servizi supplementari non inclusi nell’App?

    Tutti i servizi sono inclusi. L’app nasce come mezzo di comunicazione multipiattaforma e mira a far risparmiare tempo inserendo in un solo sistema tutti contenuti, messaggi di allerta, news, concorsi e bandi, informazioni circa la raccolta differenziata, il turismo, gli eventi e altre d’interesse pubblico. La combinazione ideale si ottiene quando anche la realizzazione o l’aggiornamento del portale/sito web e, per le località a vocazione turistica, il sito turistico, vengono affidati a noi. Internavigare realizza portali web secondo le linee guida dell’Agenzia digitale per l’Italia e dispone di un team grafico capace di far fronte alle diverse esigenze. Il portale viene sviluppato con i contenuti tipici pubblicati dei Comuni e con la parte riguardante l Trasparenza Amministrativa. I servizi non inclusi nell’app e attivabili a richiesta sono: - Pacchetti di SMS per l’invio di messaggi e l’uso di Telegram Business - Integrazione del sistema di monitoraggio dell’inquinamento ambientale che indica in tempo reale le PMI e i parametri di umidità, pressione atmosferica e temperatura - Il sistema di pagamento del parcheggio - L’integrazione della piattaforma con la cartellonistica stradale

  • L’App segnala la pubblicazione di nuove news?

    Assolutamente sì. L’APP segnala nuove notifiche push relative a contenuti non letti con un pallino numerico sull’icona dell’app sia all’interno della sezione.

  • L’utente/cittadino dove può ottenere l’applicazione? Il download è gratuito?

    L’utente può scaricare l’applicazione gratuitamente e senza registrarsi dagli store (App Store, Google Play) messi a disposizione da Apple e da Google. L’APP compare con il [nome Comune] seguito da Smart e viene rilasciata in via esclusiva per ogni singolo Comune aderente. L’elenco dei Comuni aderenti e il link diretto agli store è inoltre presente nel sito www.comunesmart.it. Se il vostro Comune non compare nell’elenco vi suggeriamo di sensibilizzare la vostra amministrazione comunale a dotarsi di questo potente mezzo di amministrazione e comunicazione.

  • Sono un Sindaco/amministratore comunale e ho urgenza di diramare un messaggio di allerta. E possibile farlo ricevere a tutti coloro che hanno l’app anche se hanno le notifiche disabilitate?

    Si utilizzando la sezione dedicata agli avvisi di emergenza. Gli eventi che si possono presentare in un territorio comunale sono imprevedibili e spesso richiedono un canale di comunicazione immediato. Le responsabilità che ricadono sul Sindaco e sugli amministratori comunali impongono di organizzarsi in modo adeguato per poter affrontare ogni possibile emergenza con tempestività. Date le moderne tecnologie (notifiche push, sistemi di messaggistica istantanea, social network), la mera pubblicazione sul sito web istituzionale del Comune è da considerarsi insufficiente quando si intende raggiungere il maggior numero di persone nel minor tempo possibile. Anche in occasione della pandemia da Covid-19 le amministrazioni che usano ComuneSmart si sono trovate in una posizione di privilegio rispetto a chi non dispone di moderni canali di comunicazione.
    Per assolvere ai delicati compiti che gravano sulla figura di un Sindaco è assolutamente importante dotarsi di strumenti innovativi, adeguati, efficaci come l’app Comune Smart

  • Oltre all’App potete realizzare un sito internet comunale?

    Certamente si. La realizzazione di sito internet comunale e app garantisce la massima compatibilità possibile e l’ottimizzazione del tempo necessario per aggiornare con una sola azione più canali informativi. Per i comuni a vocazione turistica è auspicabile affidarci anche la realizzazione del sito internet dedicato al turismo in modo da avere un sistema di comunicazione coordinato rivolto a cittadini e turisti.

  • Quali sono le referenze della vostra società? Avete altri clienti istituzionali?

    La nostra società, attiva nel settore della sicurezza informatica e nei servizi dedicati alla PA, ha una storia ultraventennale e vanta centinaia di clienti istituzionali e grandi società. Attualmente l’app Comune Smart viene utilizzata da numerose amministrazioni Comunali i cui nomi e dettagli sono pubblicati, nella massima trasparenza, nel sito www.comunesmart.it.

  • Quali sono le altre soluzioni dedicate ai Comuni e alla PA in generale?

    Disponiamo di numerose soluzioni dedicate esclusivamente alla PA e in particolare ai Comuni. Queste soluzioni si concentrano nei settori delle comunicazioni e della sicurezza informatica: Oltre all’App ComuneSmart disponiamo delle seguenti soluzioni:
    - Realizzazione di portali web secondo le recenti linee guida dell’AGID
    - Progettazione e installazione di reti WiFi – Hot Spot comunali – reti WiFi4EU (società accreditata e iscritta al ROC - Registro operatori di Comunicazione tenuto dal MISE)
    - Software gestionale Logon cloud per le postazioni internet fisse e mobili delle biblioteche comunali (integrata con il sistema OPAC Sebina, Clavis, QSeries, Bibliowin)
    - Sistemi di controllo accessi per aree particolari quali Polizia Locale e uffici comunali che trattano dati particolari
    - Sistemi di accesso sicuro alle risorse IT per smart working con token di autenticazione software e hardware
    - Rilascio e rinnovo di firme digitali e sistemi di identificazione avanzata degli utenti a mezzo di controllo accessi fisico e logico e token (IAM)
    - Consulenza e formazione in materia di trattamento dei dati personali a mezzo di personale specializzato certificato da TUV Italia.

  • Come avviene l’integrazione delle unità di misura dell’inquinamento atmosferico con l’app Comune Smart?

    I dati prodotti dai sensori possono essere visualizzati direttamente nel pannello di gestione dell’App e nell’interfaccia dell’app a livello di utenti. È possibile installare uno o più sensori nell’ambito del territorio di pertinenza comunale in modo da avere la situazione sempre sotto controllo ed emanare ordinanze di contenimento quando si rende necessario. I sensori vengono opportunamente calibrati e monitorati da remoto. Le misurazioni sono affidabili e confrontabili con quelle effettuate dall’ARPA. Si tratta di un sistema in uso a livello europeo, da noi commercializzato in esclusiva per tutto il territorio nazionale, economico e flessibile che consente agli amministratori il monitoraggio costante dei parametri ambientali nell’interesse di tutti i cittadini con una conseguente sensibilizzazione per il rispetto dell’ambiente.

  • Il Comune, all’atto dell’ordine dell’applicativo, acquista una licenza d’uso?

    La soluzione ComuneSmart viene data al Comune sotto forma di servizio (SaaS, Software as a Service) e consente agli utenti di utilizzare l’app sui loro dispositivi tramite la connessione alla rete internet. Il modello SaaS consente di offrire una soluzione completa senza doversi far carico di server, particolari risorse IT e supporto tecnico dedicato. Tutto il software e le informazioni si trovano su nostri server o su server di provider certificati di assoluta affidabilità in modo da garantirne sempre la disponibilità e la sicurezza dei dati. Il modello SaaS consente al Comune di dotarsi di questo potente strumento di comunicazione con costi contenuti. Il primo anno è previsto un costo di attivazione unitamente al canone di mantenimento di servizio. Gli anni successivi viene pagato solo il costo di attivazione. In questo costo oltre alla fornitura dell’applicativo e del sistema di gestione viene garantita l’assistenza e l’aggiornamento del sistema.

  • Sono un Sindaco, posso utilizzare una semplice chat WhatsApp o Facebook per raggiungere i cittadini?

    La chat WhatsApp presenta dei limiti sia per il numero di utenti (256 max) sia per il fatto che non consente di nascondere il numero di telefono dei partecipanti al gruppo. La gestione, il consenso e l’informativa presentano varie criticità dal punto di vista della normativa in materia di protezione dei dati personali. Peraltro il comune, a differenza dei privati, è soggetto a tale normativa senza alcuna esclusione. Per quanto riguarda FB il profilo del Comune potrebbe aumentare la capacità comunicativa dell’amministrazione ma certamente non si può paragonare ad una piattaforma di comunicazione come ComuneSmart che nasce per questo scopo specifico e consente di utilizzare tutti i canali disponibili nella massima sicurezza e rispetto delle norme di legge.

  • Perché scegliere la soluzione ComuneSmart?

    Perché è stata sviluppata da un team di professionisti, di comprovata esperienza, che conosce la realtà e le esigenze della PA. È stato curato ogni singolo dettaglio per garantire una soluzione professionale nel pieno rispetto delle normative vigenti. Per eventuali dubbi offriamo consulenza gratuita in materia di protezione dei dati personali a mezzo di nostri specialisti certificati da TUV Italia.

  • Mancata ricezione notifiche Push

    In alcuni casi può capitare che sul proprio dispositivo Android o iOS, le impostazioni di sicurezza non consentano la ricezione delle Notifiche PUSH dell’APP “Comune Smart” o dall’APP del Vostro Comune di residenza. > Visualizza procedura <

Awesome Image

Software certificato da