Il consiglio comunale di mercoledì 14 febbraio a Oggiono si è aperto con una comunicazione del sindaco in merito ai recenti festeggiamenti per il Carnevale, che grazie alla collaborazione tra comune, Pro Loco, volontari, forze di polizia e protezione civile, si è svolto in sicurezza e allegria, dimostrando le capacità organizzative della squadra e dando ancora una volta rilievo a una manifestazione ormai storica per la città.
Dopo l’approvazione dei verbali delle ultime sedute, col terzo punto all’ordine del giorno è stata discussa l’interrogazione presentata dal gruppo di minoranza “Insieme per Oggiono” relativa all’introduzione di un’app per pagare la sosta nei parcheggi del Comune.

Il consigliere ha chiesto se, dopo la creazione dell’app “Oggiono Smart”, costata più di 1400 euro, l’amministrazione si possa ritenere svincolata dalla fornitura di sistemi di pagamento tramite bancomat o carta di credito, che sarebbero più comodi per molti o se ciò non porterebbe a eventuali ricorsi da parte degli utenti, che potrebbero trovarsi impossibilitati a pagare e quindi essere multati. Il sindaco ha assicurato che la legge ritiene assolto l’obbligo di fornire strumenti per i pagamenti elettronici con la sola app, quindi, dato che installare apparecchi per la lettura di carte non sarebbe economicamente fattibile, a causa soprattutto dei costi di commissione; a fronte di questo la possibilità di ricorsi sarebbe quindi scongiurata.

Leggi l’articolo completo